Esistono ormai centinaia di modelli di smartphone, e riuscire a scegliere quello giusto da regalare a San Valentino è sempre problematico. Ecco quindi una guida sulla scelta dello smartphone giusto per le vostre esigenze, che vi aiuterà a sciogliere tutti i dubbi tra le decine di caratteristiche che sembrano fare al caso vostro, lasciando stare quelle di cui effettivamente potreste fare a meno. Spendere centinaia di euro per il primo cellulare che vedete in vetrina, per poi pentirvene dopo poco tempo, perché per esempio è carente di quella feature di cui proprio la persona a cui lo avete regalato non ne poteva fare a meno, è la decisione più sbagliata che possiate fare, quindi seguite attentamente questa guida all’acquisto e potrete acquistare un device che calzerà alla perfezione!

Stabilite un budget e muovetevi in quella fascia di prezzo
La prima cosa da fare quando si valuta l’acquisto di un nuovo terminale è quella di decidere all’interno di quale fascia di prezzo scegliere. Se avete un budget ridotto, è inutile puntare ai dispositivi di prima fascia, al contrario se avete in testa un budget più elevato, è bene che guardiate ai prodotti di una categoria più ingente.

Quanto deve essere grande il display?
Il nuovo trend degli smartphone di ultima generazione è quello di ingigantirsi: i device infatti sono tutti molto più grandi rispetto al passato, con conseguenti ricadute negative sulla praticità. Mettere in tasca un prodotto da oltre 5,5’’, è chiaramente meno pratico di un device da 5’’! Valutate attentamente questa scelta, perché trovare smartphone di fascia alta di dimensioni ridotte può diventare molto complicato, soprattutto se decidete di puntare su Android.

Sistema operativo: quale scegliere?

Una volta scelte le dimensioni e stabilito il budget del vostro regalo, iniziate a ragionare su quale è il sistema operativo giusto. I tre OS più diffusi al momento sono iOS, Android e Windows Phone. Ognuno di questi sistemi operativi presenta dei pro e dei contro non trascurabili.
Android: si tratta del sistema operativo più open source dei tre. Permette una personalizzazione estrema, molto gradita soprattutto agli smanettoni, ma non solo. Con Android avrete, inoltre, il Bluetooth sbloccato che permette lo scambio di file, multimediali e non, in tutta praticità, il ché si rivela utile sia a chi ha necessità dello scambio di documenti immediato, che ai ragazzi più giovani. Di contro questo OS è più soggetto a virus rispetto alle alternative prese in considerazione, Windows Phone e iOS.
iOS: è un sistema operativo chiuso, ma al contempo stabile e praticamente esente da virus e malware. Le applicazioni sono ottimizzate in maniera perfetta e la Apple garantisce un’assistenza di grande livello in caso di malaugurati problemi all’iDevice.
Windows Phone: è il più giovane dei tre sistemi operativi. E’ molto user-friendly, semplice da usare (secondo molti anche più facile di iOS), ed è incentrato sull’integrazione con i social.

Quanta memoria deve avere?
Anche questa caratteristica è molto soggettiva, e dipende dall’uso che la persona a cui è destinato ne dovrà fare. Se ama scattare fotografie con il cellulare, ascoltare musica e avere in memoria anche qualche film, oltre a numerose applicazioni, è bene puntare su un dispositivo con memoria espandibile.

Fotocamera
Il numero dei megapixel è sempre più alto negli smartphone di fascia alta. Se volete però dei telefoni che facciano foto del livello di una buona compatta vi conviene rivolgervi al marchio leader delle fotocamere sugli smartphone, ovvero la Nokia.